Vittore Carpaccio, Duello di San Giorgio e il drago


Vittore Carpaccio,
Duello di San Giorgio e il drago, 1502, Venezia, Scuola dalmata dei Santi Giorgio e Trifone.

Ispirandosi alla Legenda Aurea, Carpaccio dipinse due tele. Nella prima, sopra riportata, San Giorgio in sella al cavallo e colpisce il drago con la lancia senza ucciderlo; sul campo sono disseminati teschi, ossa e i cadaveri di due giovani parzialmente divorati dalla bestia. Giorgio incarna il miles christianus, che deve sgominare il drago, simbolo della mortale lussuria. Al tempo del pittore, il duello di San Giorgio e il drago simboleggiava il contrasto fra il mondo cristiano e i turchi infedeli.

Prima pagina, Mappa,  Iconografia, Le armi, San Giorgio, Avanti, Indietro